seo

Fatti trovare da chi ti cerca. Ecco alcuni trucchi per portare il tuo sito alla vetta di Google

Hai appena pubblicato il tuo nuovo sito e sei lì, tutto contento, ad ammirare la home page. E ora? Non crederai davvero di aver finito! È solo l’inizio…

Una volta che il sarto ha finito di confezionare per te il nuovo vestito – certo bellissimo, magari anche comodo – è il momento di indossarlo e di portarlo in giro. Fatti vedere, ammirare, trovare da tutti. Come? Con il SEO. Questa strana e brevissima sigla sta per Search Engine Optimization ed è la chiave di accesso alla prima pagina di Google, il motore che spingerà il tuo sito fino alla vetta. Avere un buon sito senza una buona indicizzazione è come lustrare una bella vetrina in mezzo al deserto. E oggi le aziende in mezzo a cactus e dune sono davvero troppe. Pensa, il 68% delle aziende in rete non ha la minima idea di come migliorare la propria posizione su Google. Non dirci che tu sei uno di loro…

D’altronde il tuo sito serve proprio a questo: a farti trovare da chi cerca te, i tuoi prodotti e i tuoi servizi (l’evoluzione delle vecchie Pagine Gialle). Sai quante persone sono lì fuori a cercare quello che tu puoi offrire? Noi sì!
Mettiamo il caso tu sia un venditore di articoli da campeggio. “Si tratta di un piccolo business” penserai. E invece, ogni mese, circa 18.000 persone eseguono ricerche in merito a queste parole su Google. Vi separa un click. Ma allora come si fa ad essere primi su Google, a battere la concorrenza delle altre aziende, a farsi trovare da migliaia di nuovi potenziali clienti?

Sappi che le regole del più grande motore di ricerca del mondo sono molto rigide e complesse e si aggiornano di continuo. Non esiste una ricetta segreta ma ci sono una serie di trucchi, testati ed efficaci. Te ne sveliamo alcuni qui:

La regola dei 3 click
Per prima cosa parti dal concetto che, se un sito ha una navigazione snella, una buona usabilità e soprattutto contenuti interessanti per gli utenti, sei già sulla buona strada.
Tutto deve essere raggiungibile in massimo 3 click.

Le parole chiave
I tuoi testi devono essere inediti (cioè niente copia/incolla da altre pagine web) e densi di parole chiave. Si tratta delle chiavi di ricerca che gli utenti utilizzano per arrivare al tuo sito. Queste parole chiave (o keywords) dovranno poi essere ripetute anche nei metadati (una parte di codice che solo il programmatore del tuo sito conosce).

Dominio e URL
La presenza di parole chiave nel nome del dominio e negli URL (gli indirizzi) delle pagine interne aiuto moltissimo il SEO. Per intenderci, se vendi attrezzature da campeggio, ad esempio, è meglio avere un dominio lungo tipo www.attrezzaturedacampeggiorossi.it piuttosto che un dominio breve e non pertinente come www.rossionline.it.

Le immagini
È bene che non siano troppo pesanti ed è utilissimo rinominarle con le giuste parole chiave prima di caricarle sul sito. Ad esempio, restando nel mondo del camping, è meglio usare un nome come “tenda_campeggio_4_posti.jpg” piuttosto che lasciare un nome generico tipo “foto_01237.jpg.”

I link
Google premia la presenza di link interni tra le pagine del sito stesso e, soprattutto, di link che vengono dall’esterno, specialmente se arrivano da siti importanti.

L’età del tuo sito
Più un sito è vecchio, più è considerato autorevole. Su questo non c’è trucco che tenga.

I social network
È utile avere una presenza nei social network e condividere i link alle pagine del sito. Tutto ciò, però, va fatto all’interno di una precisa social media strategy. Ne parliamo nel nostro libro “L’Ufficio Produzione Clienti” (ricevilo gratis).

Come avrai capito si tratta di un lavoro complesso che richiede pazienza ed esperienza, ma vuoi mettere il piacere di vedersi in vetta? Lo proviamo anche noi, quando i siti dei nostri clienti raggiungono la tanto agognata prima pagina.
E tu dove sei? Faccelo sapere e ti porteremo più in alto…

Articoli correlati

Rispondi

* Campi obbligatori. Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

Ho letto e accettato la Privacy Policy