Benchmarking: ecco cos’è e come può aiutare il tuo business

Vuoi migliorare le potenzialità strutturali e funzionali del tuo business?

Oggi il mercato è sempre più competitivo e conoscere tutti i punti di forza e di debolezza dei tuoi competitors può costituire il vantaggio competitivo decisivo.

Il benchmarking è lo strumento che ti consente di fare un’analisi dettagliata dei vantaggi e delle debolezze che le aziende concorrenti presentano rispetto alla tua azienda.

Il fine di quest’analisi è quello di ottenere importanti dati di confronto, utili per migliorare le proprie performance.
I vantaggi del benchmarking sono molteplici, come il miglioramento continuo all’interno della tua organizzazione.

Questo consente di migliorare queste 9 macro aree:
1) Soddisfazione dei clienti: l’applicazione di pratiche già utilizzate, aiuta molto a soddisfare l’aspettativa;
2) Coinvolgimenti dei membri della propria organizzazione: durante la fase di analisi, è importante coinvolgere i propri dipendenti, in modo tale da ricevere più opinioni e idee;
3) Incremento della competitività: gli studi di benchmarking permettono di comprendere quale è il divario tra il tuo business e le aziende competitors, spronando a migliorare i punti deboli;
4) Definizione degli obiettivi pertinenti, realistici e raggiungibili;
5) Sviluppo di un’accurata misurazione della produttività;
6) Creazione di supporto e slancio per un cambiamento culturale interno: il benchmarking aiuta i membri dell’azienda a raggiungere un miglioramento continuo in aree come la produttività;
7) Definizione delle strategie: valutando le strategie di altre aziende, si riesce a formulare qualcosa di proprio ed estremamente efficace;
8) Previsione dell’insuccesso: grazie al benchmarking riuscirete e capire lo stato attuale dell’impresa;
9) Stato dell’efficacia del programma di qualità.

Articoli correlati

if(get_the_ID() == '913') { } else { ?>

Rispondi

* Campi obbligatori. Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

Ho letto e accettato la Privacy Policy

} ?>